Il triumvirato della società post-digitale: Blockchain, Web 3.0 e Metaverso

9 min

Nella società post-digitale, la blockchain, il Web 3.0 e il Metaverso si uniscono per modellare il futuro digitale. Questo potente triumvirato crea un’interazione sinergica, offrendo transazioni sicure e decentralizzate con la blockchain, un Internet intelligente e centrato sull’utente con il Web 3.0, e spazi virtuali infiniti per l’innovazione con il Metaverso. Analizziamo quali saranno le sfide e le opportunità che ci attendono e come sfruttarle al meglio.

Un’interazione che rimodellerà la società futura

Benvenuti all’alba della società post-digitale, un mondo in cui blockchain, Web 3.0 e Metaverso formano un potente triumvirato che plasma il nostro futuro. Come le strutture politiche dell’antica Roma, questo triumvirato vede ogni tecnologia intrecciarsi e rafforzarsi con le altre, creando una forza formidabile che modella i contorni del nostro paesaggio digitale in evoluzione.

Blockchain, con la sua promessa di transazioni decentralizzate e sicure; il Web 3.0, che sostiene un Internet intelligente e incentrato sull’utente; e il Metaverso, che offre infiniti spazi virtuali per l’interazione e l’innovazione – non sono più le novità luccicanti di un’epoca precedente. Stanno diventando parte integrante della nostra vita come l’acqua corrente, l’elettricità o il telefono.

Nella nostra emergente società post-digitale, proprio come diamo per scontati i servizi di pubblica utilità, considereremo queste tecnologie come un luogo comune, notando la loro assenza molto più della loro presenza. Ci stiamo abituando agli strumenti digitali che un tempo sembravano così rivoluzionari e, man mano che diventano la norma, stanno ridefinendo il modo in cui interagiamo, effettuiamo transazioni e rendiamo più democratica la nostra società.

Nel mio libro ‘Toward a Post-Digital Society – Where Digital Evolution Meets People’s Revolution’ ho esplorato in dettaglio i temi della società post-digitale, analizzando come la Blockchain, il Web 3.0 e il Metaverso stanno riscrivendo le regole del nostro mondo digitale e fisico. In questo articolo, ci addentriamo ulteriormente in ciascuno di questi componenti del triumvirato, esplorando il loro potenziale e i cambiamenti trasformativi che stanno portando nella nostra società e nelle nostre vite quotidiane.

Blockchain, Web 3.0 e Metaverso

Blockchain: Una nuova era di democrazia diretta e proprietà digitale

La blockchain, il primo pilastro di questa triade, è molto più che la tecnologia alla base di criptovalute come il Bitcoin. È un libro mastro digitale, decentralizzato e immutabile che consente di trasferire qualsiasi bene digitale con sicurezza e trasparenza, senza l’intervento di intermediari.

Questo principio di disintermediazione è uno degli aspetti più innovativi della blockchain. Elimina la necessità di autorità centrali, come banche o governi, nelle transazioni. In questo modo, pone gli individui al centro delle dinamiche economiche e democratiche, conferendo loro un potere inimmaginabile.

Il concetto di democrazia diretta, in cui i cittadini hanno un’influenza diretta e non mediata sulle decisioni politiche, diventa molto più fattibile con la tecnologia blockchain. La caratteristica di immutabilità della blockchain, che garantisce che una volta inseriti i dati, questi non possano essere manomessi, fornisce la sicurezza e la fiducia necessarie per implementare iniziative di democrazia diretta.

Consideriamo l’esempio del voto elettronico. Se scegliessimo un sistema basato su blockchain, ogni voto sarebbe una transazione trasparente e visibile a tutti, ma anche sicura e anonima. Questo sistema renderebbe le elezioni meno soggette a frodi e manipolazioni e più accessibili agli elettori, indipendentemente dal luogo in cui si trovano.

Restando sempre in ambito pubblico, la blockchain può fornire una piattaforma per la deliberazione e la costruzione del consenso. Le proposte possono essere presentate, discusse e votate in modo trasparente. Questo processo può estendersi oltre le elezioni politiche per includere qualsiasi forma di processo decisionale collettivo, dalle iniziative della comunità locale alle votazioni degli azionisti di una società.

Sebbene il potenziale di democratizzazione della blockchain sia immenso, non va trascurata la sua capacità di ridefinire il concetto di proprietà nel mondo digitale. È qui che entrano in gioco i Non-Fungible Token (NFT). Gli NFT sono beni digitali unici memorizzati su una blockchain. A differenza delle criptovalute, ogni NFT ha un valore unico e informazioni specifiche, che li rendono ideali per rappresentare la proprietà di singoli oggetti o contenuti. Dall’arte agli immobili, gli NFT stanno ridisegnando il concetto di proprietà nell’era digitale.


I protagonisti della società post-digitale saranno la Blockchain, il Web 3.0 e il Metaverso: un'interazione sinergica che porterà transazioni decentralizzate, un Internet incentrato sull'utente e spazi virtuali per l'innovazione. Share on X

DAO: L’incarnazione dei principi della Blockchain

Le organizzazioni autonome decentralizzate (Decentralized Autonomous Organizations – DAO) sono forse la realizzazione più potente del potenziale della blockchain. Le DAO sono organizzazioni governate da regole codificate come smart contracts sulla blockchain. Questa configurazione incarna il principio della disintermediazione, eliminando le tradizionali gerarchie di gestione e mettendo il potere nelle mani dei singoli partecipanti.

L’etica del “code is law” (il codice informatico è legge) alla base delle DAO si allinea con l’immutabilità della blockchain, in quanto le regole definite negli smart contracts non possono essere modificate senza consenso. Questo approccio elimina la burocrazia, favorisce l’efficienza e sostiene la filosofia “code is law”, in cui le regole codificate sostituiscono le strutture di governance tradizionali.

Le DAO estendono anche il concetto di proprietà digitale introdotto dalle NFT, in quanto i membri possono possedere token che rappresentano diritti di voto o una quota dei profitti della DAO. Questo scenario promuove il processo decisionale collaborativo, riduce le frodi e snellisce le operazioni. In sostanza, le DAO prendono i principi della blockchain – decentralizzazione, trasparenza, democrazia diretta e proprietà digitale – e li applicano alla struttura e alla governance delle organizzazioni.

Web 3.0: il nuovo potere degli utenti, decentralizzazione e Web intelligente

Il secondo pilastro, il Web 3.0, rappresenta l’evoluzione di Internet in una piattaforma decentralizzata, intelligente e incentrata sull’utente. La decentralizzazione, una delle caratteristiche distintive del Web 3.0, implica che il controllo e la proprietà dei dati e dei servizi sono distribuiti all’interno della rete anziché essere detenuti da un’autorità centrale – ad esempio le Big Tech. Questo cambiamento nell’architettura consente di aumentare la privacy, la sicurezza e il controllo degli utenti.

A differenza delle versioni precedenti del Web, il Web 3.0 si basa sull’idea che gli utenti debbano avere il controllo dei propri dati. Questo cambiamento modifica radicalmente il rapporto tra gli utenti e le piattaforme online, consentendo agli individui di tutelare la propria privacy pur beneficiando di esperienze personalizzate.

In un ambiente Web 3.0, i dati non sono archiviati in database isolati, ma sono accessibili all’utente che li ha generati. Gli utenti stessi possono scegliere chi può accedere ai loro dati e per quale scopo. Questa democratizzazione del controllo dei dati può avere profonde implicazioni per l’utilizzo di Internet. Facilita il passaggio a un’architettura più orientata ai servizi, in cui le applicazioni possono utilizzare i dati controllati dall’utente provenienti da varie fonti per fornire servizi ad hoc.

Un’altra componente critica del Web 3.0 è l’economia basata sui token (tokenomics). I token rappresentano un’unità di valore nella rete. Possono essere utilizzati per incentivare e premiare la partecipazione degli utenti, creare nuovi modelli di business o addirittura funzionare come mezzo di scambio in rete. Questa tokenizzazione apre nuove possibilità di interazione economica, comprese le transazioni dirette tra pari, senza un intermediario centralizzato.

L’intelligenza artificiale (AI) svolge un ruolo fondamentale in questa nuova versione del web. Con la continua crescita della quantità di dati, l’intelligenza artificiale e gli algoritmi di apprendimento automatico (cd machine learning) sono necessari per dare un senso a tutto questo. Possono analizzare e imparare da grandi volumi di dati per fornire risultati di ricerca più accurati, raccomandazioni migliori ed esperienze utente più personalizzate. Ma forse ancora più importante, l’AI può consentire l’automazione di attività e servizi, aprendo la strada a un web più interattivo, autonomo e dinamico.

Nel mondo del Web 3.0, il vostro assistente digitale potrebbe, ad esempio, analizzare le vostre preferenze alimentari, i vostri obiettivi di fitness e il vostro budget, quindi cercare sul web le ricette più adatte, stilare una lista della spesa, ordinare la spesa e persino organizzare la consegna. Tutto questo verrebbe fatto con i vostri dati, controllato da voi e utilizzato a vostro vantaggio.

Pertanto, il Web 3.0, alimentato dall’intelligenza artificiale, dai dati controllati dagli utenti e dalla tokenomics, rappresenta un cambiamento significativo verso un Web più personalizzato, intelligente e incentrato sull’utente. Consente di creare servizi su misura per le esigenze individuali, offrendo un’esperienza Internet più interattiva, dinamica e personalizzata.

Il Metaverso: Una nuova dimensione di interazione

Il terzo pilastro di questa triade, il Metaverso, viene spesso visualizzato come uno spazio di realtà virtuale in cui gli utenti possono interagire con un ambiente generato dal computer e con altri utenti. Tuttavia, il Metaverso è più di una semplice interfaccia utente avanzata; è una convergenza di realtà virtuale (VR), realtà aumentata (AR), AI e Internet, con blockchain e Web 3.0 che ne costituiscono la spina dorsale.

La blockchain fornisce la fiducia e la sicurezza necessarie per le transazioni nel Metaverso. Allo stesso tempo, il Web 3.0 consente il controllo degli utenti sui dati e facilita le interazioni intelligenti e dinamiche che danno vita al Metaverso. Insieme, queste tecnologie forniscono le basi per una struttura formale e solida che rende possibile il Metaverso.

Il termine “Metaverso” è un portmanteau di “meta-” – un prefisso usato in inglese per indicare un concetto che è un’astrazione da un’altra idea – e “universo“. Il termine ha radici nella metafisica, una branca della filosofia che esplora la natura fondamentale della realtà, compresa la relazione tra mente e materia, sostanza e attributo, potenzialità e attualità. Questo collegamento con la metafisica è appropriato, poiché il Metaverso rappresenta una nuova dimensione della realtà, un mondo virtuale che esiste al di là della fisica ma che è fondamentalmente legato ad essa.

È fondamentale capire che non esiste un solo Metaverso monolitico. Ci possono essere più metaversi, ognuno con le proprie regole, la propria fisica e la propria economia, come avviene oggi per i diversi siti web. Gli utenti potrebbero avere altri avatar in metaversi diversi e gli oggetti acquistati in un Metaverso potrebbero non funzionare in un altro. Nonostante queste differenze, i principi di base del controllo sui dati da parte dell’utente, della sicurezza e della fiducia fornite dalla blockchain e delle interazioni intelligenti facilitate dall’intelligenza artificiale uniscono questi metaversi diversi sotto il più ampio ombrello del concetto di Metaverso.

In sostanza, il Metaverso offre una piattaforma digitale immersiva in cui le persone possono interagire in tempo reale, non solo tra loro, ma anche con un ambiente che risponde e si evolve. Questa tecnologia trasformativa offre una nuova dimensione di interazione, avvicinandoci a un mondo in cui le realtà fisiche e digitali si fondono.

Iscriviti alla nostra newsletter

Il Metaverso industriale, la servitizzazione e una nuova frontiera per l’innovazione

Il potenziale di trasformazione della blockchain, del Web 3.0 e del Metaverso si estende oltre le strutture sociali e le modalità di interazione. Dà anche nuova vita ai modelli e alle operazioni aziendali, offrendo opportunità di crescita e innovazione. Un concetto chiave che sta emergendo in questo contesto è il Metaverso industriale, qualcosa che assomiglia a un gemello digitale (Digital Twin) della fabbrica fisica che consente di testare e ottimizzare i processi in modo virtuale e di collegare virtualmente l’intero ecosistema della fabbrica, comprese tutte le parti interessate.

Il Metaverso industriale può essere considerato una convergenza di IT (Information Technology) e OT (Operational Technology), che consente un’interazione continua tra i sistemi di elaborazione dei dati, le macchine in fabbrica e tutti gli altri partner coinvolti nel processo produttivo. Questo universo digitalizzato offre alle aziende una serie di nuove opportunità in diversi scenari. Grazie a capacità tecniche come la realtà virtuale, il Metaverso può essere utilizzato per una formazione sicura ed efficiente dei dipendenti attraverso meta-rappresentazioni di ambienti di lavoro reali. Il Metaverso offre la possibilità di simulare prima di eseguire o consegnare, ad esempio utilizzando un gemello digitale per simulare il comportamento di una macchina, accelerando così i tempi di allestimento ed evitando problemi di produzione imprevisti. Inoltre, il Metaverso può facilitare le attività a distanza. Attraverso la realtà aumentata o mista, gli esperti possono operare a distanza, eliminando la necessità di spostarsi fisicamente.

In sinergia con la blockchain e gli smart contract, sta emergendo un nuovo ecosistema di collaborazione aziendale. La trasparenza e l’immutabilità intrinseche della blockchain riducono l’attrito e favoriscono la fiducia tra parti che non si conoscono direttamente. Questo apre le porte a un ecosistema non discriminatorio in cui tutti possono partecipare a un sistema produttivo autonomo, trasparente e inclusivo.

Inoltre, il Metaverso industriale si sposa con il concetto di servitizzazione, in cui i prodotti tradizionalmente venduti come articoli sono ora forniti come servizi. Ciò è possibile grazie alla trasformazione digitale, in cui le aziende passano dalla vendita di prodotti fisici alla fornitura di servizi completi. Le piattaforme digitali consentono alle aziende di raggiungere direttamente i consumatori, con conseguente maggiore efficienza delle operazioni, aumento dei margini e migliore comprensione delle esigenze dei clienti.

Una simbiosi intrigante è la potenziale integrazione del Metaverso industriale con la produzione additiva (Additive Manufacturing), nota anche come stampa 3D. Un’azienda manifatturiera può utilizzare servizi di progettazione di terze parti nel Metaverso, per poi produrre il manufatto direttamente dove è necessario attraverso centri di servizio di stampa 3D industriale. Questa integrazione potrebbe accelerare notevolmente il ciclo di sviluppo del prodotto, ridurre gli sprechi e consentire una maggiore personalizzazione, offrendo uno sguardo al futuro della produzione nella società post-digitale.

Conclusione: La società post-digitale

In conclusione, la simbiosi tra blockchain, Web 3.0 e Metaverso offre molto più di un’evoluzione tecnologica. Rappresenta un cambiamento fondamentale nei nostri paradigmi sociali, interattivi e commerciali. Il metaverso industriale è destinato a rivoluzionare le operazioni commerciali, ottimizzando i processi e promuovendo l’innovazione. Il concetto di servitizzazione, sostenuto dalla trasformazione digitale e dalla disintermediazione, sta ridefinendo i modelli di business tradizionali, spostandosi dai prodotti tangibili ai servizi completi incentrati sul consumatore.

Il futuro della produzione potrebbe risiedere nell’intersezione tra il metaverso industriale e la produzione additiva. La possibilità di progettare e testare in un ambiente virtuale prima di produrre nel mondo fisico promette un ciclo di sviluppo del prodotto più efficiente e personalizzabile.

Con il passaggio a una società post-digitale, queste trasformazioni diventeranno la norma, onnipresenti ed essenziali come i servizi di pubblica utilità che utilizziamo quotidianamente. Le implicazioni per le aziende sono vaste, con nuove vie per la generazione di ricavi, relazioni più profonde con i clienti e percorsi più diretti con i consumatori. Nel contesto sociale più ampio, queste tecnologie promettono un futuro più democratico, personalizzato e innovativo.

Il triumvirato di blockchain, Web 3.0 e Metaverso non è solo un insieme di strumenti, ma un catalizzatore per una significativa trasformazione della società che stiamo solo iniziando a comprendere.